Varianti fra cui scegliere

  • Studio di architettura: un architetto progetta e costruisce la casa secondo i gusti e le esigenze individuali del cliente. Questo presuppone tuttavia un impegno e una competenza specialistica più elevata. Oltre che con l'architetto, il cliente deve stipulare contratti con diverse imprese e artigiani.
  • Impresa generale (IG): la scelta di un'IG implica procedure semplificate. Nella maggior parte dei casi, il cliente deve interagire con un unico interlocutore. L'IG coordina il progetto e garantisce generalmente costi e scadenze.
  • Acquisto in progetto: negli ultimi anni, le abitazioni di proprietà vengono vendute perlopiù «in progetto». Questo significa che il venditore offre al cliente un progetto di costruzione residenziale già chiaramente definito. Gli acquirenti si impegnano anticipatamente all'acquisto e versano degli acconti. Nella pratica, il venditore è generalmente un'IG.
  • Case prefabbricate: diversi operatori nazionali ed esteri si sono specializzati in case tipizzate. L'immobile non viene progettato e realizzato ogni volta dal principio. Questo offre dei vantaggi in termini di costi e un'ottima qualità grazie alle procedure comprovate.

Nella pratica, i confini fra le diverse alternative non sono rigidamente definiti. Anche in caso di acquisto di un'abitazione da un'IG o in progetto, oggi l'acquirente può richiedere la realizzazione di modifiche interne personalizzate. Viceversa, la cooperazione con un architetto può essere definita in modo tale che il committente venga sgravato da ogni altra incombenza assegnando all'architetto la funzione di «amministratore fiduciario».

Consiglio: la cosa più importante è che il partner scelto sia serio e abbia le qualifiche necessarie per eseguire al meglio le attività, spesso complesse, di progettazione e costruzione. Per verificare questi requisiti, è bene informarsi innanzitutto sulla formazione e sulle qualifiche del partner. In secondo luogo, è necessario controllare accuratamente le referenze!

Il processo di acquisto