I nostri 5 consigli per trovare un appartamento condiviso

Hai deciso di lasciare la casa dei genitori...finalmente! Ma come muoversi? La ricerca della prima stanza può rivelarsi complicata e creare confusione. Ma se sai cosa e dove cercare, vedrai che troverai un appartamento condiviso in men che non si dica. Ecco i cinque consigli principali.

I nostri 5 consigli per trovare un appartamento condiviso

Le informazioni più importanti a colpo d’occhio

Qual è il modo migliore per trovare un appartamento condiviso?

Inizialmente dovresti stilare una lista di criteri, elencando tutto ciò che è importante per te in un’abitazione. Per la ricerca, l’ideale sono i portali online per stanze in affitto e immobili, ma anche i social media e le offerte delle università. Una candidatura rapida ma con un tocco personale ti aiuterà ad arrivare al casting, dove potrai conoscere i futuri coinquilini e coinquiline. Poi firmerai il contratto, e il gioco è fatto.

Consiglio n. 1: l’elenco dei tuoi criteri

Prima di metterti alla ricerca dell’appartamento dei tuoi sogni, dovresti avere ben chiaro in testa cosa è importante per te e su cosa non intendi fare compromessi. La vita in famiglia, infatti, è molto diversa dalla vita in un appartamento condiviso. Ma niente paura: per ogni esigenza esiste la stanza perfetta.

Dimensioni dell’appartamento

Un fattore decisivo è senza dubbio la dimensione dell’appartamento: vuoi vivere con molte persone, ti piace stare in compagnia e condividere le tue giornate? Allora ti troverai bene in un appartamento grande. Se invece pensi di aver bisogno di più tempo in solitudine, probabilmente è meglio avere soltanto uno o due coinquilini.

Tipo di convivenza

Anche l’atmosfera della vita in casa può variare molto: alcuni amano organizzare spesso feste e aprire le porte a tutti gli amici, altri invece vogliono soltanto condividere le spese oppure prediligono un buon mix fra comunità e vita privata. Anche in questo caso è bene essere consapevoli dei propri desideri. Se non concordi con i potenziali coinquilini sulle modalità della vita condivisa, può diventare rapidamente molto frustrante per entrambe le parti.

Coinquilini e coinquiline

In molti annunci viene indicato quante persone vivono in casa e che cosa fanno nella vita. Anche in questo caso è importante essere sulla stessa lunghezza d’onda. Se i tuoi coinquilini lavorano mentre invece tu ancora studi, le vostre giornate avranno ritmi e tempi in parte diversi. Anche l’età può essere un criterio: alcuni cercano nuovi coinquilini di età specifiche, mentre altri appartamenti sono più flessibili e accolgono persone di età diverse.

L’appartamento / la stanza

Come quando si cerca un appartamento singolo, anche per una casa condivisa ci sono criteri imprescindibili. A quanto ammonta il tuo budget mensile? Quando grande dovrà essere la tua stanza? Preferiresti vivere in centro, oppure piuttosto in una zona tranquilla? Ti porterai i tuoi mobili oppure hai bisogno di una stanza già ammobiliata? Molti appartamenti condivisi non hanno un soggiorno perché scelgono di utilizzarlo per una camera in più. Anche questo è un aspetto da tenere presente.

Consiglio n. 2: la ricerca

Soprattutto se ti trasferisci in una nuova città, la situazione all’inizio può essere caotica. Per non perdersi nella giungla di stanze in affitto, abbiamo elencato qui i migliori portali su cui cercare.

Classici portali immobiliari

Esattamente come quando si cerca un appartamento vero e proprio, i portali immobiliari come Homegate sono un ottimo punto di partenza. Solitamente questi portali hanno un’offerta vastissima, per cui puoi avere la certezza di trovare numerosi annunci. Inoltre, i portali ti aiutano a valutare il rapporto fra casa condivisa, monolocale o studio in termini di prezzo.

Portali specifici per stanze in affitto

Oltre ai classici portali immobiliari ci sono anche siti web specializzati nel pubblicizzare stanze in appartamenti condivisi. La particolarità di questi portali è la possibilità di creare un annuncio di ricerca personalizzato secondo le tue preferenze.

Portali di annunci generici

Anche sui portali per i piccoli annunci puoi trovare qualche stanza in affitto. Queste pagine web tuttavia non sono specifiche per la ricerca di una casa o di un appartamento condiviso, per cui il numero di risultati della tua ricerca potrebbe variare.

Social media

Un’altra ottima possibilità per trovare una stanza è cercare sui social media. Da un lato puoi fare affidamento sulla tua rete, chiedendo ai tuoi amici di condividere il tuo post. D’altro lato esistono anche gruppi Facebook specifici, dedicati esclusivamente alle stanze in affitto. Spesso i gruppi riguardano una città precisa in Svizzera. Anche Facebook Marketplace ha una categoria immobiliare dove spesso si trovano appartamenti condivisi.

Annunci dell’università o delle organizzazioni

Per studenti e studentesse ci sono moltissime offerte di stanze in affitto. Diverse università svizzere prevedono un servizio di pubblicizzazione degli annunci o gestiscono addirittura degli studentati. Inoltre, esistono anche organizzazioni senza scopo di lucro come ad esempio la Jugendwohnnetz (JuWo) o WOKO. Con alcune di queste organizzazioni, però, dovrai soddisfare determinati criteri per poter affittare, ad esempio relativi all’età o allo status di studente. Una lista per città è disponibile su swissuniversities.ch.

Consiglio n. 3: la candidatura

Hai trovato un appartamento condiviso che ti ispira? Allora corri a candidarti! Come per gli appartamenti singoli, anche le stanze in affitto sono molto richieste e vengono rapidamente assegnate.

Ma in tutta questa frenesia cerca di prenderti il tempo giusto per la candidatura: anche in questo campo, la prima impressione è quella che conta. Dimostra sincerità e simpatia. I messaggi personalizzati sono in genere molto apprezzati. Meglio evitare i copia incolla, dunque.

Consigliamo di presentarti brevemente e di raccontare come mai cerchi una stanza e cosa fai nella vita. Hai già trovato alcune passioni in comune con gli attuali inquilini? Perfetto! Indicale nel messaggio di candidatura. Una breve presentazione degli aspetti che apprezzi nella vita condivisa è un’altra carta che puoi giocarti. In questo modo, futuri coinquilini e coinquiline sapranno subito se siete sulla stessa lunghezza d’onda o meno.

Consiglio n. 4: il casting per la stanza

Evviva, hai ricevuto un invito per andare a vedere la stanza! Il primo casting potrebbe metterti un po’ in soggezione, ma pensa anche che l’armonia dev’essere creata da entrambe le parti e si tratta innanzitutto di conoscersi. Questo è il momento in cui potrai porre tutte le domande che vuoi e verificare che i tuoi criteri siano soddisfatti. Probabilmente anche i futuri coinquilini avranno delle domande per te. Ancora una volta, la parola chiave è sincerità.

Non discutere soltanto dei criteri sulla tua lista, bensì ricorda di parlare anche delle formalità come ad esempio il contratto, i costi aggiuntivi come internet o la TV, o l’affitto stesso.

Consiglio n. 5: il contratto d’affitto

Ce l’hai fatta, sei all’ultimo passaggio della tua ricerca di una stanza. Ora devi soltanto firmare il contratto d’affitto. Come per tutti i contratti, ti consigliamo di leggerlo interamente con attenzione e in caso di domande non esitare a rivolgerti ai futuri coinquilini.

Se invece la tua ricerca non dovesse dare i risultati sperati, hai anche altre possibilità, ad esempio trasferirti in un appartamento tutto per te o trovare altre persone con cui condividerlo.