Pianificare la consegna dell'abitazione

Pianifichi bene la consegna dell'appartamento, si risparmierà brutte sorprese. Come procedere, lo consulti qui.

Cominci a pensare già alcune settimane prima del trasloco alla consegna dell'appartamento. Può preparare molto. In tal modo si risparmierà lo stress da consegna! Proceda così:

1. Cerchi il protocollo di presa in consegna e se ce l'ha, la copia della lista delle imperfezioni.

2. Annoti cosa si è rotto negli ultimi anni (cfr. l'articolo Tabella delle durate di vita). Ha cambiato qualcosa nell'appartamento? Cosa accetterà il subentrante? Cosa deve riparare o ripristinare?

3. Decida chi pulirà l'appartamento. Se affida la pulizia a un'azienda, richieda anche un'offerta con la garanzia di consegna. Se pulisce in proprio, si procuri i prodotti e gli utensili adatti: liscivia leggera, strofinacci morbidi, macchina per dare lo shampoo ai tappeti, la lucidatrice ecc. (cfr. l'articolo Consigli di pulizia).

All'inizio del periodo di locazione, il locatario deve redigere insieme al locatore un verbale di presa in consegna. Nel verbale devono essere riportati e registrati tutti i danni individuati.

Il verbale serve a evitare che il locatario, quando lascerà l'appartamento, debba pagare i danni provocati dal locatario precedente.

Comunicare i difetti con lettera raccomandata

I difetti non individuati al momento della presa in consegna dell'appartamento devono essere comunicati al locatore tramite lettera raccomandata, a seconda del contratto di locazione, entro un periodo di 10 – 30 giorni dalla consegna dell'appartamento.

Difetti che devono essere eliminati dal locatore

I difetti di media e grave entità devono essere eliminati dal locatore. Questi comprendono: apparecchiature tecniche non funzionanti, distaccamenti della tappezzeria, insetti.

Sono da considerarsi non abitabili gli appartamenti con forte presenza di muffa e gli appartamenti che durante l'inverno, nonostante il riscaldamento acceso, non raggiungono temperature superiori a 17 gradi. È necessario concordare per iscritto con il locatore le tempistiche di eliminazione di questi difetti.

Riduzione dell'affitto a causa di difetti

Se il locatore non mantiene l'impegno assunto relativamente all'eliminazione dei difetti di media e grave entità, il locatario deve notificargli per iscritto e con lettera raccomandata una proroga del termine.

Al contempo, deve richiedere una riduzione del canone di locazione e comunicargli che, alla scadenza della proroga, si rivolgerà all'autorità di conciliazione. È tuttavia sconsigliabile applicare deduzioni di propria iniziativa. In questi casi, è sempre bene rivolgersi all'Associazione degli inquilini o all'autorità di conciliazione.

L'appartamento è nelle condizioni iniziali?

Se si decide di mantenere alcune delle modifiche apportate dal locatario precedente, si deve tenere conto che, alla riconsegna dell'appartamento, il locatore potrebbe richiedere di ripristinare le condizioni iniziali dell'abitazione.

Questo potrebbe tuttavia comportare conseguenze spiacevoli nel caso in cui, ad esempio, il locatario precedente avesse dipinto delle pareti di marrone scuro o avesse incollato o inchiodato una moquette.

La cosa migliore è stabilire per iscritto chi deve rispondere alla parte locatrice e per che cosa, e far firmare questo accordo a tutte le parti (ossia al vecchio e al nuovo locatario nonché al locatore).

L'appartamento deve essere riconsegnato l'ultimo giorno della durata del contratto di locazione durante i normali orari d'ufficio. È consigliabile concordare per tempo con il locatore la data di riconsegna. Alla riconsegna dell'appartamento, il locatario deve consegnare tutte le chiavi (comprese le copie).

Sistemare e pulire

Il giorno della riconsegna dell'appartamento, non solo l'appartamento, ma anche gli eventuali locali accessori (cantina, soffitta, garage, ecc.) devono essere completamente sgombri e puliti a fondo. Se il contratto di locazione non contiene alcun accordo specifico, il locatario può eseguire la pulizia in proprio oppure incaricare un'impresa di pulizie.

Se la pulizia viene affidata a un'impresa specializzata, il prezzo forfetario concordato deve comprendere una garanzia di consegna. Il giorno della riconsegna deve essere presente anche un rappresentante dell'impresa di pulizie, in modo tale che eventuali ulteriori lavori di pulizia vengano eseguiti immediatamente.

Verbale di riconosegna

Alla riconsegna dell'oggetto in affitto, il locatario e il locatore devono stilare congiuntamente un verbale di riconsegna. Nel verbale deve essere riportato tutto ciò che non va nell'appartamento. I difetti devono essere descritti quanto più precisamente possibile. I difetti indicati sul verbale come a carico del locatario e sottoscritti da quest'ultimo si considerano accettati dal locatario.

Riserve sulla lista dei difetti

Firmi il verbale di riconsegna solo se le risulta tutto chiaro. In caso di dubbio, non firmi o firmi solo indicando espressamente una riserva. In questo caso, prenda posizione con lettera raccomandata in merito alle voci non accettate ed, eventualmente, si rivolga all'associazione degli inquilini locale.

Conservi la copia del verbale datato e firmato da lei e dal locatore nonché la copia della sua lettera con la ricevuta di ritorno. La legge non prescrive l'obbligo di firma del verbale di riconsegna. Se il locatore si rifiuta di riprendere in consegna l'appartamento, provveda a inviargli le chiavi con lettera raccomandata.