Riconsegna di immobili senza arrabbiature

La procedura di riconsegna di un appartamento in affitto è ampiamente regolamentata. Per gli immobili che vengono venduti, tuttavia, non è così. Legga qui quali sono le modalità consuete e gli aspetti vincolanti per la riconsegna di un immobile che viene venduto.

Di Jürg Zulliger

La riconsegna di un appartamento in affitto va in scena secondo regole ben definite: viene redatto un verbale sottoscritto da entrambe le parti. L'appartamento deve essere riconsegnato perfettamente sgombro e pulito. Nella maggior parte dei casi, inoltre, alla riconsegna di un appartamento in affitto sovrintende un amministratore professionista il cui compito è accertarsi che tutto venga svolto con regolarità. A scanso di equivoci, il rappresentante dei proprietari dell'immobile e i subentranti guardano in ogni intercapedine per accertarsi che tutto sia pulito in modo ineccepibile. Del tutto diversa è la riconsegna di un appartamento di proprietà o di una casa unifamiliare: l'acquirente e il venditore sono spesso soggetti privati che non sanno qual è la procedura consueta e quali sono gli aspetti legalmente vincolanti. Nel caso di immobili usati di seconda mano, i contraenti non si preoccupano né di redigere un verbale, né di richiedere la consulenza di persone esperte.

Domande importanti

Le domande importanti emergono quindi solo in un secondo momento oppure quando è già troppo tardi: è sufficiente una «spazzata» con la scopa oppure è bene fare eseguire una pulizia approfondita da un'impresa di pulizie? Spesso, anche gli elettrodomestici e i componenti dell'edificio più o meno fissi sono fonte di grande incertezza: il venditore li può portare via oppure fanno parte dell'oggetto acquistato?

Importante: patti chiari da parte di entrambi

L'unica cosa sicura è questa: accordarsi in modo preciso sulle questioni più importanti prima della consegna e affrontarle già durante le trattative di vendita. Ancora meglio sarebbe mettere per iscritto le modalità di consegna nel contratto di acquisto. In questo modo, l'acquirente evita brutte sorprese se, ad esempio, scopre che il venditore si è tranquillamente portato via l'asciugatrice nuova, lasciando al suo posto un cumulo di ciarpame in soffitta.