Eliminare e prevenire uno scarico intasato

Quando il tubo di scarico brontola e gorgoglia, l’acqua ha difficoltà a defluire o si percepisce un odore sgradevole, significa che lo scarico è nuovamente intasato. Questo accade quando capelli, residui di sapone e di bagnoschiuma si depositano nei tubi, impedendo così all’acqua di scorrere via. Uno scarico intasato è sicuramente una seccatura, ma con poca fatica e con i giusti strumenti per la pulizia puoi risolvere il problema rapidamente.

verstopften-abfluss-vorbeugen-und-bekaempfen-1.jpg
Uno scarico intasato è particolarmente fastidioso (immagine: freepik.com)

Pulizia con la ventosa

Disotturare lo scarico intasato del lavandino o del gabinetto non è di certo piacevole, ma si può sbrigare in pochi semplici passaggi, per lo più senza dover ricorrere a un idraulico o a prodotti chimici.

Qual è il modo migliore per procedere con la pulizia? Prima di tutto rimuovi lo sporco più grossolano con acqua calda e una speciale spazzola allungata che riesca a penetrare in profondità nello scarico. Se questa operazione non risolve il problema, il passo successivo consiste nell’utilizzare la ventosa per cercare di sciogliere i depositi di sporco depositati più in profondità.

Per farlo, chiudi anzitutto la bocca dello scarico e posizionaci la ventosa direttamente sopra. Riempi quindi il lavandino con acqua, in modo che la parte in gomma della ventosa risulti completamente coperta. Blocca lo scarico di sicurezza del lavandino con un panno. Ora, premi energicamente la ventosa verso il basso e verso l’alto ripetendo il movimento più volte. Rimuovi quindi la ventosa e libera lo scarico di sicurezza del lavandino, lasciando che l’acqua scorra via. Se ora l’acqua defluisce liberamente, il problema è risolto.

Se ciò tuttavia non accade, occorre procedere al passo successivo, svitando il sifone per rimuovere lo sporco sedimentato nel tubo e per pulire accuratamente le guarnizioni. In questo caso è consigliabile posizionare un secchio sotto lo scarico, in modo da intercettare l’acqua che ne potrebbe fuoriuscire.

Ripulire uno scarico intasato senza prodotti chimici

Oltre alla pulizia manuale, per disotturare uno scarico bloccato puoi anche utilizzare rimedi casalinghi. I cattivi odori provenienti dai tubi possono ad esempio essere eliminati con due cucchiai di sale. Getta il sale nella bocca dello scarico, lascialo agire per qualche minuto e quindi sciacqua con acqua calda.

Anche la soda è un ottimo sistema per ripulire le tubature senza ricorrere a prodotti chimici. La soda (carbonato di sodio) è un sale derivato dall’acido carbonico, particolarmente adatto come detergente. Quando viene mescolata con acqua, questa polvere bianca forma infatti una forte liscivia che ha un effetto dissolvente sui grassi. La soda è facilmente reperibile nelle drogherie ed è inoltre acquistabile online. Per pulire un tubo di scarico, versa 2 cucchiai di soda insieme a mezza tazza di aceto nella bocca dello scarico, lascia agire il tutto per qualche minuto e quindi risciacquala via con acqua calda.

verstopften-abfluss-vorbeugen-und-bekaempfen-2.jpg
Soda: detergente delicato per lo scarico bloccato (immagine: pixabay.com)

Presta tuttavia attenzione, in quanto la soda è classificata come «irritante» ed è molto sgradevole al contatto con la pelle. Usa pertanto sempre i guanti e assicurati che non entri in contatto con occhi, naso o bocca. Inoltre, evita di versare la soda non diluita in grandi quantità nelle acque reflue, in quanto è dannosa per l’ambiente.

Se è il problema non è ancora risolto

Se né la pulizia manuale né quella con i rimedi casalinghi sono risultate efficaci, allora è necessario passare a misure più drastiche: i disgorganti. Ma attenzione, tali agenti possono essere dannosi per la salute e per l’ambiente. Assicurati di utilizzare detergenti ecologici che non contengano additivi clorochimici e che siano biodegradabili.

Come prevenire uno scarico intasato?

Per evitare di dover ricorrere ai metodi sopra elencati, presta attenzione ai seguenti consigli. In generale, negli scarichi non dovrebbe confluire nient’altro che acqua.

  • Quando cucini, evita anzitutto che negli scarichi finiscano i residui di cibo. Anche l’olio è pessimo per i tubi. Pulisci pertanto le padelle unte con un tovagliolo di carta e non sotto l’acqua corrente.
  • Quando ti fai lo shampoo, assicurati che i capelli non finiscano nelle tubature. Posiziona ad esempio un piccolo setaccio sopra la bocca dello scarico, che intercetta i capelli e al contempo è facile da pulire.
  • Non gettare mai fazzoletti, tamponi di cotone, articoli da toilette ecc. nel gabinetto.