Lista di controllo sul contratto di acquisto

  • Dovrebbe essere una cosa scontata, ma ribadirlo non fa mai male: non firmi nessun contratto che non ha letto personalmente e compreso in ogni parte. In caso di domande, non esiti a richiedere il parere di un legale o del notaio competente.
  • Faccia attenzione alle possibili trappole: se ad esempio viene stabilito che la chiave le verrà consegnata solo quando avrà pagato tutte le rate e tutte le richieste extra, significa che il venditore ha in mano un mezzo per esercitare pressioni su di lei.
  • Le promesse orali sono perlopiù allettanti, ma non sono dimostrabili in un momento successivo. Pertanto, si fidi solo di quanto è stabilito nei contratti o in altri documenti scritti. Il documento determinante è sempre il contratto certificato, non i documenti di vendita non vincolanti.
  • Si accerti che il programma dei pagamenti concordato sia equo: se deve versare il 30 o il 40 percento del prezzo d'acquisto in anticipo o al momento della prenotazione, significa che sta fungendo in certa misura da «banca» per il progetto edilizio. Una soluzione migliore è il pagamento contestuale: il denaro viene versato solo a fronte della relativa prestazione dell'impresa.
  • Non si lasci mettere fretta. Per esaminare i documenti e il contratto dovrebbe poter avere almeno 2 - 3 settimane di tempo.
  • Il contratto d'acquisto deve contenere soprattutto le seguenti informazioni: indicazioni esatte di prezzo, date, descrizione circostanziata dell'immobile, condizioni/scadenze di pagamento, regolamentazione di imposte e tasse, garanzia, assicurazione di un'eventuale imposta sugli utili da sostanza immobiliare, condizioni dell'oggetto alla consegna, riferimento ad altri documenti (come parti integranti del contratto).
  • Se l'oggetto è una proprietà per piani, oltre al contratto d'acquisto sono importanti l'atto di costituzione e i regolamenti della comunità dei comproprietari.

Contratto di acquisto