Tempo di vacanze, chi si occupa dell’appartamento?

Chi pianifica un viaggio deve naturalmente fare dei preparativi. Tra questi, occorre accertarsi che l’organizzazione dell’abitazione proceda senza difficoltà anche durante la propria assenza. Vanno considerate alcune cose affinché il ritorno a casa dopo le vacanze non sia turbato da spiacevoli sorprese. Di seguito abbiamo raccolto per voi informazioni utili e suggerimenti.

Stilare delle liste di controllo per i custodi di case e abitazioni

La vostra abitazione è un luogo di ritiro personale che, durante le vacanze, si desidera lasciare naturalmente in buone mani. Parenti, amici o vicini che abbiano dimestichezza con la vostra situazione abitativa potranno accollarsi le classiche incombenze, come innaffiare i fiori, far arieggiare, prendere la posta e occuparsi degli animali domestici. Questo vale, in particolare, quando tali favori vengano fatti in modo reciproco. In ogni caso, si consiglia di stilare una lista di controllo, elencando le cose a cui prestare attenzione. Si garantisce così che, in caso di dubbi, l’aiutante possa verificare i punti importanti. Potrete, ad esempio, preparare un programma di annaffiatura delle piante, annotando quali annaffiare quando.

endlich-urlaub-wer-kuemmert-sich-um-die-wohnung-1.jpg
Predisporre una lista di controllo per il custode dell’abitazione.

Periodo di vacanze: alta stagione per gli scassinatori

Gli scassinatori perseguono spesso le loro attività criminali quando i proprietari di abitazioni non sono a casa, in quanto il rischio di scoperta è minimo. Quando si viaggia, è bene prendere delle precauzioni per far credere agli scassinatori che qualcuno sia presente. Concordare con il proprio custode di accendere di tanto in tanto la luce in almeno una stanza, di prendere sempre il giornale e di svuotare la cassetta della posta. Tutto questo dà l’impressione che la casa sia abitata. Se i custodi sono amici o parenti, chiedere anche ai vicini di dare un’occhiata al vostro appartamento, in quanto è più probabile che questi possano sentire eventuali rumori da scasso e dare subito l’allarme.

endlich-urlaub-wer-kuemmert-sich-um-die-wohnung-2.jpg
Prepararsi a sufficienza per non lasciare scampo agli scassinatori.

Obblighi del locatario: cose importanti anche in vacanza

È bene tutelarsi anche in altri aspetti, perché i locatari sono soggetti a determinati obblighi, che vanno assolti anche in loro assenza. In casi di emergenza, al locatore va garantito il libero accesso all’abitazione locata. Si ha un’emergenza simile, ad esempio, quando scoppia un incendio o se una tubazione dell’acqua causa un’inondazione. Informare per tempo il locatore che possiede la vostra chiave di scorta. Se ciò viene omesso, si rischia di dover poi risarcire eventuali danni.

Cosa fare se non si riesce a trovare un custode privato?

Se nessun amico, parente o vicino può accorrere in aiuto perché magari in viaggio nello stesso periodo, è possibile ricorrere a fornitori di servizi professionali, in grado di garantire un’organizzazione affidabile dell’abitazione durante le vacanze. In molti Paesi europei, come in Svizzera, sono presenti vari agenti intermediari per la ricerca di custodi. Sia per gli appartamenti in locazione, che per case con giardino e proprietà più grandi, queste agenzie stilano offerte individuali modellate secondo le esigenze dei clienti. Chi desidera solo accertarsi che le piante vengano annaffiate e che la cassetta della posta non trabocchi, potrà star certo che i custodi si recheranno regolarmente nell’abitazione ed eseguiranno tutte le incombenze con accuratezza. Il pacchetto completo è una variante che include anche l’ambientazione. In questo caso, i custodi vivono nell’immobile e assolvono a tutti gli obblighi previsti contrattualmente nel periodo desiderato.