Abitazioni sicure e adatte alla terza età

Se il tuo desiderio è invecchiare tra le tue mura domestiche, prima o poi arriverà il momento in cui dovrai fare i conti con la domanda: «Il mio appartamento o la mia casa sono adatti come soluzione abitativa per la terza età?» Un quesito che sarebbe meglio porsi prima di trovarsi in una situazione grave, quando ormai adottare diversi accorgimenti per affrontare la vecchiaia diventa imprescindibile. In questo articolo ti mostriamo come riorganizzare casa e ottimizzarla per soddisfare tutte le esigenze abitative di una persona anziana.

Superfici antiscivolo

Le cadute rappresentano senza dubbio il più grande pericolo nelle case degli anziani. Ecco perché è assolutamente necessario rendere tutti i pavimenti e le superfici antiscivolo. Puoi fissare i tappeti al pavimento utilizzando del nastro adesivo (un trucchetto essenziale nei bagni e sulle scale) e applicare strisce antiscivolo sulle piastrelle per una maggiore presa. Le persone che iniziano a presentare difficoltà motorie dovrebbero indossare pantofole dotate di una suola antiscivolo. Nella vasca da bagno e in doccia, invece, a fornire una maggiore stabilità ci pensano i tappetini di gomma con ventose, che aderiscono perfettamente alle superfici.

Scale

Se si vive con i propri figli, una casa su più piani può essere una soluzione pratica che consente a tutte le generazioni di avere più spazio e anche un po’ di privacy. Ma prima o poi arriva per tutti il momento di lasciare il nido familiare: i figli spiccano il volo, passano gli anni e la vecchiaia inizia a farsi sentire. E con il tempo le scale diventano solo faticose e pericolose. A seconda del grado di immobilità, tuttavia, esistono vari rimedi che rendono più semplice la vita di tutti i giorni. Un esempio: un corrimano stabile, dotato di una buona presa, aiuta a salire e scendere le scale in sicurezza. E per i pochi gradini davanti al portone d’ingresso, una rampa è sicuramente la soluzione migliore. Per chi invece ha bisogno di una sedia a rotelle, un montascale può essere un supporto utilissimo. E per concludere, per evitare del tutto le scale si può semplicemente valutare di utilizzare solo il piano terra.

Illuminazione

Con l’età che avanza non solo può ridursi la mobilità, ma anche la vista potrebbe perdere qualche colpo. Per questo motivo, una situazione abitativa adatta alla terza età deve prendere in considerazione anche adeguate soluzioni di illuminazione. L’essenziale è trovare un equilibrio tra una luce chiara e diretta e una più morbida e indiretta. Il punto luce principale deve essere allestito con una sorgente particolarmente luminosa, che permetta alle persone anziane di percepire bene l’ambiente circostante con tutti i suoi dettagli. La luce indiretta, al contrario, non deve risultare aggressiva agli occhi, favorendo il riposo e il relax.

I rilevatori di movimento costituiscono una valida soluzione e un grande aiuto. Infatti, è molto utile disporre di luci automatiche soprattutto in corridoio (quando si entra da fuori e ci si deve abituare a nuove condizioni di luminosità), sulle scale o in camera da letto. Inoltre, grazie a una luce notturna in camera da letto o a strisce luminose applicate alla parete, gli anziani riescono a orientarsi meglio e non corrono alcun rischio per andare al bagno di notte.

Abitazioni sicure e adatte alla terza età

Bagno

Raggiunta una certa età, il bagno diventa probabilmente la stanza con più pericoli. Piastrelle liscissime che, se bagnate, diventano ancora più scivolose; spazi ridotti e spigoli vivi che, in caso di cadute, possono provocare ulteriori lesioni e ferite. Oltre alle superfici antiscivolo, di cui abbiamo già parlato, esistono altri accorgimenti per rendere un bagno più sicuro. Un esempio: installare delle maniglie sul muro vicino al WC e alla doccia/vasca da bagno, che agevolano l’alzata e la seduta. Ad assolvere alla stessa funzione ci pensa anche un rialzo per WC. Installando un riduttore per vasche da bagno, è possibile prevenire l’immersione involontaria nella vasca. A rendere la doccia più comoda, invece, ci pensa un sedile pieghevole. Se c’è bisogno di maggiore spazio per poter entrare e uscire con facilità dalla doccia, una soluzione potrebbe essere proprio di ristrutturare il bagno per renderlo a misura di anziano. Raggiunta la terza età, molte persone non hanno più bisogno di una vasca da bagno. Le soluzioni sono molte: spesso, infatti, non c’è bisogno di procedere con una ristrutturazione completa ed è sufficiente rimuovere la vasca per ampliare lo spazio dedicato alla doccia.

Mobili

In linea di massima, in un’abitazione per la terza età è necessario assicurarsi che non ci siano pericoli d’inciampo (come i comunissimi grovigli di cavi sotto il televisore) e che nessun mobile di piccole dimensioni ostacoli il passaggio. Inoltre, per supportare le persone nei movimenti più difficili, come ad esempio alzarsi, sono sicuramente d’aiuto delle poltrone stabili dotate di braccioli fissi. In generale, sedute e letti rialzati sono molto pratici per le persone anziane, perché facilitano loro nei movimenti più complessi (soprattutto alzarsi dal letto la mattina, quando la circolazione non è ancora sufficientemente stimolata).

Smart home

Le soluzioni smart home in casa possono offrire sollievo e sicurezza agli anziani che vogliono affidarsi alle moderne tecnologie. Queste, ad esempio, hanno la possibilità di controllare luci, riscaldamento, tende o persino anche la radio semplicemente attraverso un comando vocale. Basta naturalmente avere un po’ di fiducia nella tecnologia.

Potresti trovare interessanti anche i seguenti articoli sul tema dell’arredamento:

Arredare l’appartamento: consigli e suggerimenti
Arredare il soggiorno: come renderlo accogliente
Arredare la camera da letto: i nostri consigli
Arredare la cucina: a cosa prestare attenzione
Arredare il bagno: i nostri 10 consigli
Arredare la camera degli ospiti: come a casa propria
Arredare il primo appartamento: i nostri consigli