L’inizio della vita in autonomia

Vivere da soli per la prima volta

Tutte le informazioni su appartamenti singoli o condivisi

Vivere da soli per la prima volta

Tempo di abbandonare il nido e di spiccare il volo verso l’indipendenza: lasciare casa dei tuoi può scatenare entusiasmo, paure o rivelarsi una gran fatica. Non importa se andrai a vivere per conto tuo o con altre persone, ci sono molte cose da sapere e da fare!

Innanzitutto dovrai decidere quale situazione abitativa desideri per il prossimo futuro. Naturalmente ciò dipenderà anche dal tuo budget, perché l’affitto per i giovani è spesso una sfida finanziaria. Ma niente paura: ti spieghiamo di seguito quali sono i costi che dovrai affrontare e su cosa puoi risparmiare.

Una volta definito il budget e le tue esigenze, potrai metterti alla ricerca del tuo primo appartamento tutto per te, oppure di una stanza in un appartamento condiviso. Ti consigliamo di iniziare la ricerca con anticipo per evitare ogni inutile stress. Homegate ti aiuta in questa operazione, così potrai trovare ciò che cerchi il più rapidamente possibile.

Una volta firmato il contratto di affitto, sei già a un passo dal traguardo. Ti rimane però da decidere come trasportare le tue cose da A a B. Quando sarebbe meglio iniziare? Di cosa avrai bisogno per il trasloco? E soprattutto, meglio arrangiarsi in autonomia oppure impiegare una ditta di traslochi? Abbiamo raccolto tutte le risposte per te.

E dulcis in fundo: l’arredamento. Qui potrai davvero scatenare la fantasia e allestire il tuo primo appartamento o la tua stanza secondo i tuoi gusti e le tue esigenze. Se ti trasferisci in un appartamento condiviso, tuttavia, le scelte dipenderanno anche dalla convivenza con i coinquilini.

Clicca sulla domanda che ti interessa per ottenere informazioni ancora più approfondite nel relativo articolo.

Preparazione

L’inizio della vita in autonomia

Ormai è deciso: lascerai la casa dei tuoi genitori. Preferisci un appartamento condiviso o tutto per te? E di cosa avrai bisogno? Puoi cominciare a risparmiare già fin d’ora e decidere cosa non ti serve più, in modo da aver meno oggetti da trasportare per il trasloco.

Cosa mi serve nel mio primo appartamento?

Ciò di cui avrai bisogno per il tuo primo appartamento dipenderà molto dalle tue esigenze e dai mobili e oggetti che eventualmente già possiedi. Tra le basi però non può mancare quanto segue:

  • Camera da letto: letto, incl. materasso e lenzuola, armadio per i vestiti o appendiabiti con attaccapanni, specchio
  • Soggiorno: divano, tavolo, sedie
  • Cucina: servizio (piatti, tazze, bicchieri, posate), pentole e padelle, utensili da cucina, detersivo per piatti e spugna
  • Bagno: tenda della doccia, asciugamani, cesta dei vestiti, spazzolone
  • Altro: lampade per tutti gli spazi, materiale per le pulizie (detersivi, spugne, aspirapolvere, mocio), scaffali o armadi per riporre gli oggetti

A cosa prestare attenzione quando si lascia la propria casa?

Prima di trasferirti dovresti già occuparti dell’abbonamento per internet e TV, dato che l’attivazione potrebbe richiedere un po’ di tempo. Inoltre, ti consigliamo di stipulare una Assicurazione sulla mobilia domestica e una Assicurazione di responsabilità civile. A ciò si aggiungono le pratiche per modificare l’indirizzo e la registrazione al comune del tuo nuovo domicilio.

Quanto costa trasferirsi in un appartamento?

L’importo del tuo affitto dipenderà in larga parte dalla posizione. Cercando su Homegate potrai già farti un’idea iniziale del costo degli affitti nella zona a cui stai puntando. Oltre al canone d’affitto, prima di trasferirti dovresti comunque avere da parte l’equivalente di quattro mensilità (affitto del primo mese + cauzione).

Quali tipi di appartamenti ci sono?

Gli appartamenti o le case possono essere di varie categorie. Alcuni sono diversi proprio per ragioni edilizie, ad esempio i loft o gli appartamenti a maisonette. In altri casi, invece, possono variare le dimensioni e il numero di camere, come ad esempio nel caso di appartamenti nuovi o d’epoca, oppure di appartamenti con terrazza o con giardino. Inoltre potrai trovare attici, studi, appartamenti ammobiliati oppure diversi tipi di abitazioni in case monofamiliari, bifamiliari o anche più grandi.

Da dove cominciare a riordinare le proprie cose?

Esistono diversi metodi per mettere ordine. La cosa più importante, comunque, è prendersi tempo a sufficienza. Puoi iniziare con piccoli compiti, ad esempio dedicarti ad un unico cassetto, oppure con qualcosa di semplice come eliminare gli oggetti che da tempo rimangono inutilizzati. Invece di procedere per stanze, puoi anche riordinare per categorie.

La ricerca

L’inizio della vita in autonomia

Dopo essersi preparati al meglio è arrivato il momento di iniziare a cercare il tuo primo appartamento, per conto tuo oppure con altri. La ricerca può spesso rivelarsi un processo lungo e complesso, per cui assicurati di avere abbastanza tempo. Grazie ai nostri consigli, però, troverai sicuramente un posticino perfetto in tempi rapidi.

Come trovare un appartamento da soli?

Dopo aver riflettuto sui criteri per te importanti nel futuro appartamento, potrai cercare su Homegate gli annunci corrispondenti in modo molto semplice. La tua ricerca sarà ancora più facile grazie all’abbonamento di ricerca. In questo modo, riceverai ogni giorno annunci personalizzati direttamente per e-mail.

Come cercare una stanza?

Oltre a Homegate esistono anche piattaforme specifiche su cui potrai cercare facilmente una stanza in appartamenti condivisi. Spesso è consigliabile anche cercare tramite la propria cerchia di conoscenze oppure sui social media. In alternativa, potresti affittare tu un appartamento e poi condividerlo con altri mettendo degli annunci sui portali più conosciuti.

Quale appartamento condiviso fa per me?

A seconda della tua situazione di vita e della tua personalità, avrai dei requisiti specifici per la convivenza in un appartamento condiviso. Negli annunci spesso vengono indicate delle informazioni in merito ai tuoi potenziali coinquilini: potrai così valutare se andreste d’accordo o meno. Spesso viene anche spiegato cosa ci si aspetta dalla vita in condivisione.

Cosa scrivere nella candidatura per un appartamento?

Ogni candidatura per un appartamento prevede un estratto dal registro delle esecuzioni e il modulo di candidatura, che di solito ti verrà fornito durante la visita. Inoltre, può essere utile allegare una lettera personale in cui ti presenti e racconti del tuo interesse per l’appartamento. Puoi inoltre aggiungere alla candidatura delle referenze e una busta paga oppure il contratto di lavoro.

Cosa portare alla visita dell’appartamento?

Può essere una buona idea portare i documenti di candidatura già con sé alla visita dell’appartamento: la rapidità conta. Inoltre, è utile avere una checklist in modo da potersi segnare i pro e i contro di ogni appartamento.

Trasloco

L’inizio della vita in autonomia

Che sensazione meravigliosa! Hai firmato il tuo primo contratto di affitto. Tuttavia, il traguardo non è ancora raggiunto. Ora infatti dovrai pianificare il trasloco. Puoi già cominciare prendendo alcune decisioni, dato che un’adeguata pianificazione ti risparmierà moltissimo stress.

Quando programmare il trasloco?

Puoi iniziare a pianificare il trasloco già subito dopo la firma del contratto d’affitto. Stabilisci una data e tieniti libero quel giorno. Decidi se osare un trasloco con amici e famiglia oppure se ingaggiare una ditta di traslochi. Una settimana prima del trasloco dovresti iniziare a imballare le tue cose.

Trasloco: di cosa ho bisogno?

Senza dubbio dovresti procurarti un numero sufficiente di scatole e materiale da imballaggio (giornali, carta a bolle, ecc). Di norma, puoi calcolare uno scatolone per metro quadrato. Se decidi di affrontare il trasloco in autonomia avrai poi bisogno di un’auto grande oppure di un furgone, che puoi prendere a noleggio.

Come pagare per il trasloco?

Non appena hai la certezza di dover traslocare dovresti preparare un budget per il trasloco e iniziare a risparmiare. Ci sono moltissime possibilità per spendere meno: chiama a rapporto amici e famiglia, procurati scatoloni di seconda mano presso i tuoi conoscenti. Se però il denaro comunque non è abbastanza, potresti chiedere un prestito ai tuoi genitori o un piccolo credito alla banca.

A cosa prestare attenzione durante il trasloco?

Se traslochi con un pianoforte o una lavatrice è necessario affidarsi a una ditta di traslochi, perché il trasporto di oggetti pesanti è molto difficile e complesso. Per gli animali da compagnia, durante il trasloco è necessario prevedere un angolino tranquillo e un periodo di adattamento. Le piante vanno imballate correttamente e trasportate con grande cura.

A cosa prestare attenzione per selezionare la ditta di traslochi?

Per le ditte di traslochi è senza dubbio utile confrontare i prezzi. In ogni preventivo dovresti verificare se il prezzo concordato è fisso o all’ora, se ci sono costi aggiuntivi come ad esempio il carburante e come viene gestita l’assicurazione durante il trasloco.

L’abitazione

L’inizio della vita in autonomia

Finalmente, ora hai il tempo di goderti la comodità di casa. Ma arredare un appartamento è un processo che raramente si conclude in un giorno. Inoltre, dopo aver selezionato mobili meravigliosi per il tuo appartamento o per la stanza, dovrai anche mantenerli in ordine.

Come posso arredare al meglio il mio appartamento?

Prima di comprare i mobili dovresti decidere esattamente di cosa hai bisogno e pianificare dove posizionare ciò che acquisterai. Puoi anche determinare una sfumatura cromatica verso la quale orientarti per i nuovi mobili. In seguito potrai infondere vita al tuo appartamento grazie alle decorazioni e sfruttare la luce indiretta per creare l’atmosfera che preferisci.

Come arredare una stanza in affitto?

Decidi con cura cosa ti serve davvero nella stanza e cosa invece potrebbe diventare parte dello spazio comune. Se hai poco spazio, i mobili multifunzionali saranno la tua salvezza, come ad esempio i letti dotati di cassetti. Su Pinterest potrai trovare spunti creativi per il fai da te.

Appartamento condiviso: quanto spesso pulire?

Solitamente un appartamento va pulito una volta a settimana. Bisognerebbe passare l’aspirapolvere, pulire bagno e cucina, spolverare e passare il mocio. E questo vale anche per un appartamento condiviso! Potete organizzarvi con un piano per le pulizie, così saprete sempre a chi spetta quale compito.

Dove mettere l’annuncio per la stanza in affitto?

Puoi mettere un annuncio per la stanza semplicemente su Homegate. In alternativa, potresti trovare un nuovo coinquilino anche tramite la tua cerchia di amici o conoscenti. Esistono anche portali specifici per le stanze in appartamenti condivisi, come ad esempio wgzimmer.ch o students.ch.

Appartamento condiviso: chi deve cercare il nuovo inquilino?

Se qualcuno se ne va prima della scadenza del contratto, dovrà proporre una persona che subentri al suo posto sulla quale tutti gli inquilini devono essere d’accordo. Se invece dai la disdetta alla scadenza del contratto, saranno i tuoi coinquilini a doversi occupare di trovare qualcuno per la stanza. Lo stesso vale per gli appartamenti affittati singolarmente.