Contratto di locazione

Il contratto di locazione deve essere conforme alle disposizioni contenute nel Diritto delle obbligazioni, potendo per il resto essere redatto liberamente.

Il contratto di locazione non deve necessariamente essere messo per iscritto, tuttavia la forma scritta è fortemente consigliabile.

Cosa deve contenere il contratto

Il contratto deve contenere:

  • Una descrizione precisa dell'oggetto in locazione, inclusi i locali accessori (ad es. il garage) e i locali ad uso comune (ad es. la lavanderia)
  • L'inizio della locazione
  • La durata della locazione (durata determinata o indeterminata)
  • Le disposizioni di disdetta
  • Il canone di locazione lordo risp. netto e le spese accessorie
  • Eventuali prestazioni di garanzia (cauzione)
  • Accordi particolari.

Consentito fumare

In un appartamento in affitto è generalmente consentito fumare. Questo anche nel caso in cui il locatario abbia acconsentito al divieto di fumo apponendo la propria firma in calce al contratto di locazione. Tuttavia, occorre avere riguardo per i propri vicini per non rischiare una disdetta.

Danni da fumo

Attenzione: quando si lascia l'appartamento, in presenza di danni provocati dal fumo è necessario non solo sostenere le spese della parte non ammortizzata della tinteggiatura, ma anche le spese del trattamento antinicotina di pareti e soffitti. L'assicurazione responsabilità civile privata non copre i danni provocati dal fumo di sigaretta.

Regole fondamentali per la convivenza con un animale

Se il contratto di locazione non contiene alcun divieto di tenere animali domestici, vale la regola seguente: sono ammessi criceti, pappagallini e altri animali innocui di piccole dimensioni, a condizione che siano in numero limitato e non diano adito a reclami.

Sono consentiti inoltre pesci ornamentali se l'installazione dell'acquario non richiede interventi strutturali. Sono altresì consentiti cani e gatti se non diversamente stabilito nel contratto di locazione. Per altri animali, il locatario deve ottenere un'autorizzazione scritta.

Regole fondamentali per la musica

In un appartamento in affitto, è possibile suonare uno strumento musicale per 2-3 ore al giorno al di fuori degli orari di riposo, a condizione che non si suoni la batteria e che si abbia riguardo per i coinquilini. Questo diritto non può essere limitato dal contratto di locazione o da un regolamento condominiale.